martedì , 12 Novembre 2019
Home » Ambiente » Un tavolo sul TMB Ama Salaria: “Sulla chiusura vogliamo vedere le carte”

Un tavolo sul TMB Ama Salaria: “Sulla chiusura vogliamo vedere le carte”

Un tavolo sul TMB Ama Salaria: “Sulla chiusura vogliamo vedere le carte”Cattivo odore dalla mattina alla sera, disturbi fisici per chi abita o lavora nei dintorni dell’impianto e anni di battaglie per chiedere la delocalizzazione di quel sito di TMB Ama in un luogo lontano da case e uffici.

Due le manifestazioni nelle ultime settimane, cortei gremiti partiti da Villa Spada e giunti davanti al 981 di via Salaria per bloccare, almeno simbolicamente, i compattatori della municipalizzata e quei rifiuti il cui odore nauseabondo rende la vita impossibile ad un intero quadrante della Città.

Nel Consiglio di oggi il NCD, che davanti all’impianto ha anche protestato a sorpresa con megafoni e striscioni, presenterà una mozione per chiedere un tavolo tecnico partecipativo sulla tematica.

Il documento invita infatti il Presidente e la Giunta a chiedere al Sindaco e all’Assessore competente un tavolo permanente tra Regione, Comune e Municipio con la più ampia partecipazione di Comitati e cittadini interessati alla questione. Il fine è quello di “aprire un canale diretto e costante sulla ormai insostenibile situazione” e fornire le informazioni relative alla documentazione esistente dove si afferma ufficialmente “da parte del Comune e del Municipio – specificano i firmatari Bonelli, De Napoli, Petrellache l’impianto sarà chiuso o riconvertito entro il 2015”.