mercoledì , 19 giugno 2019
Home » Ambiente » Ama Salaria, impianto TMB tra case, uffici e asilo: “Sarà il primo ad essere depotenziato”

Ama Salaria, impianto TMB tra case, uffici e asilo: “Sarà il primo ad essere depotenziato”

TMB Ama Salaria, E.Marino: “Sarà il primo ad essere depotenziato”

TMB Ama Salaria, E.Marino: “Sarà il primo ad essere depotenziato”

Ama Salaria protesta Fidene-2L’estate si avvicina e Villa Spada, così come i quartieri limitrofi, i lavoratori delle aziende che sorgono sulla via Salaria all’altezza del civico 981 ed i bambini dell’asilo di via Annibale Maria di Francia 4, dopo un inverno non senza problematiche, si preparano all’ennesima estate di miasmi e finestre da tener chiuse a tutte le ore del giorno.

L’impianto di TMB Ama Salaria è infatti ancora in piena funzione e non smette di invadere l’aria di quelle zone con odori acri, nauseabondi e irrespirabili. Il Municipio, nel febbraio scorso, ne ha chiesto la chiusura entro il 2015 per farne un parcheggio per i mezzi della municipalizzata o degli uffici, insomma nulla che possa arrecare ulteriori disagi a residenti e lavoratori.

Del sito della Salaria è tornata a parlare anche l’Assessore all’Ambiente di Roma Capitale, Estella Marino, che, attraverso le pagine de Il Messaggero, ha confermato quanto già sostenuto in passato: “Quello è l’impianto più vicino alle case e quindi è il primo che andrà depotenziato mano a mano che diminuiremo l’indifferenziata” ha detto l’esponente della Giunta capitolina annunciando come il Campidoglio abbia messo in piedi un gruppo di lavoro con Arpa, il Dipartimento di epidemiologia e tutti i soggetti preposti a fare i controlli per capire da dove provenga il problema degli odori.

Dunque per la risoluzione completa della vicenda bisognerà ancora attendere, mentre i residenti si chiedono se quella chiusura, fissata entro l’anno prossimo, diverrà mai realtà o se dovranno convivere con l’impianto di TMB magari solamente depotenziato.

TMB Ama Salaria, E.Marino: “Sarà il primo ad essere depotenziato”
Ad oggi una sola cosa, almeno negli annunci, è certa: mano a mano che diminuiranno i rifiuti indifferenziati, quello di via Salaria, nel bel mezzo di case e aziende e a pochi centinaia di metri da una scuola, sarà il primo impianto a veder ridotte le quantità trattate.

Il Comitato di Quartiere Villa Spada ci garantisce che resterà vigile e attento sul problema tenendo alta l’attenzione sul problema per far si che vengano rispettate le tempistiche che porteranno alla definitiva chiusura del TMB di via Salaria.