mercoledì , 15 Luglio 2020

Spariti tutti i tombini: da Colle Salario a Bufalotta 4 chilometri di strada senza tombino

Spariti tutti i tombini: da Colle Salario a Bufalotta 4 chilometri di strada senza tombinoViadotto Giuseppe Saragat e Viadotto Giovanni Gronchi: quattro chilometri di strada da Colle Salario a via della Bufalotta senza un tombino.

Decine i tombini spariti, al loro posto new jersey in plastica colorata e transenne per i lavori in corso: i predoni di metalli ne hanno risparmiati appena una manciata mentre degli altri chiusini, oltre 30, non v’è più traccia.

Pericolose, anche se sono bene evidenziate, le buche sulla corsia d’emergenza, ed ancor di più quelle presenti sul marciapiede che costeggia la strada segnalate con il nastro rosso e bianco o tappate alla buona con vecchi e arrugginiti cartelli stradali.

Non è la prima volta che il Municipio III viene depredato, a fine ottobre numerose le sparizioni segnalate e strade costellate di buche e transenne a sollevare l’ira di automobilisti e residenti soprattutto nelle vesti di contribuenti.

Un business infatti per gli indigenti quello del metallo proveniente dai tombini, preda facilmente accessibile nel pieno della notte, un vero e proprio danno invece per le casse dell’amministrazione costretta a sborsare denaro non previsto affinchè quelle carreggiate e quei passaggi pedonali, usati da molti anche per fare jogging, non restino in una condizione di cantiere permanente.

Adesso in quel vialone tra Colle Salario e Talenti occorrerà una grande opera di ripristino ma soprattutto bisognerà escogitare delle valide alternative ai tombini in ferro, merce troppo ambita dai ladri di metallo sempre pronti a saccheggiare le strade di Roma.

Eppure un sospetto di chi possa essere stato lo sappiamo tutti, visto che a metà del viadotto nel campo in mezzo alle due corsie dove si separano vi è un insediamento abusivo che sembra passare inosservato dalle autorità.

Questo slideshow richiede JavaScript.